Crea sito
content top

Playlist 2016

Playlist 2016

ALBUMS

1) THE MYRRORS “Entranced Earth” (Beyond Beyond is Beyond Records)
2) COMET CONTROL “Center Of the Maze” (Teepee Records)
3) THE CHEMISTRY SET “The Endless More and More” (Fruits De Mer Regal Crabomophone)
4) JOSEFIN ÖHRN + THE LIBERATION “Mirage” (Rocket Recordings)
5) THE WINSTONS “The Winstons” (AMS Records)
6) DREAMTIME “Strange Pleasures” (Cardinal Fuzz, Sky Lantern, Tym guitars)
7) MONDO DRAG “The Occultation Of Light” (Riding Easy Records)
8) GOAT “Requiem” (Rocket Recordings, Sub Pop)
9) THE LUCK OF EDEN HALL “The Acceleration Of Time” (TLOEH, Headspin Records)
10) THE HONEY POT “Inside The Whale” (Mega Dodo)

plenirockium_albums-top10_2016

SINGLES

1) FLOWERS MUST DIE “Sista Valsen” (12″EP Rocket Recordings) 2) BABA NAGA “Plná Krvy / DeificYen” (10″ Naughty God Records) 3) FIR

Summer Wasn’t There read more

Read More

Baba Naga, The Beatniks, The Kumari, The Wicked Whispers

Baba Naga, The Beatniks, The Kumari, The Wicked Whispers

BABA NAGA

“Somos Lobos / Odmience” (10″)

“Plná Krvy / DeificYen” (10″)

Naughty God Records

Rivestire un’immagine di asceti simili a sciamani e incantarla, renderla cosmica, misteriosa, abbagliante. Ecco Baba Naga da Sheffield: Tom “Moz” Casserly (guitar), baba4Dan Booth (bass) e Tom Borgoyne (drums). Un power trio di recente genesi da cui si sviluppa un’idea di psychedelia trascendentale modulante volumetrie heavy blues e riflessi kosmische-shoegazing in un’enfasi di spazio interiore. read more

Read More

The Winstons, Flowers Must Die, Beautify Junkyards

The Winstons, Flowers Must Die, Beautify Junkyards

THE WINSTONS

“Golden Brown / Black Shopping Bag”

AMS Records (7″)

E’ davvero una fortuna che i Signori Winstons (Enro, Rob e Linnon) winstons-7di Milano ci abbiano preso gusto a pochi mesi dall’omonimo album di esordio (tra le uscite top del 2016) realizzando due nuove gemme riflettenti maestria e sintonia con il presente underground. Parliamo anche di un crescente interesse per il Canterbury sound e per reimmaginare suoni fine ’60 primi ’70 dove le barriere tra i generi svanirono in un intrigante scenario di confluenze. read more

Read More

Josefin Öhrn + The Liberation (SE)

Josefin Öhrn + The Liberation (SE)

Josefin Öhrn + The Liberation

“Mirage”

Rocket Recordings (LP + CD)

La grande liberazione attraverso l’udire nel Bardo, una promessa dal Libro Tibetano dei Morti. Un omaggio, un’ispirazione. Una forma di ascetismo che rincorre strade ricche di gelatina narcotica.

Josefin Öhrn e Fredrik Joelson si ripercuotono tra i tentacoli di Tago Mago (Can) e il lusso di un motorik scandito da un tamburello. Figli di una cosmica josefinrivoluzione planano tra gli strumenti dediti all’elettronica, compagni di altri figli che esplorano cieli apocalittici in teutonica essenza. I riverberi ipnotici scandiscono lati leggeri, ineluttabilmente sospesi tra dream-pop e malleabili scelte shoegaze. La voce di Josefin sussurra diavolerie immaginarie con sommesse melodie che incrociano Margaret Fiedler ai tempi dei Laika e Alex Gehring quando trilla nei Ringo Deathstarr. Forse per raccogliere la sfida di “guardare le scarpe” con le chitarre Spacemen 3 o le avanguardie di tematiche caustico-occulte. read more

Read More

Comet Control (CDN)

Comet Control (CDN)

Comet Control

“Center Of the Maze”

Teepee Records (LP + CD)comet control

Controllando le comete, i mondi perduti e le apologie della Cintura di Orione appaiono molto vicini. Se poi, giocando con il caleidoscopio astrale, formiamo molteplici strutture simmetriche i cui frammenti si rispecchiano e rifrangono in svariate suggestioni, allora possiamo essere certi di sostare al Centro del Labirinto. Nella centrifuga spaziale la fisiologia della percezione timbrica si esprime in un cumulo di modelli ad intelaiatura cosmico-melodiosa. Swerdriver, Pink Floyd 70s, My Bloody Valentine, incroci shoegaze e filigrana dalle Nubi di Magellano. Immergendosi nei soffici vascelli interstellari appaiono voci deep-space irradiate profeticamente da Roger McGuinn con l’ologramma degli Psychedelic Furs di “Dumb Waiters”. read more

Read More
content top