Crea sito
content top

Playlist 2016

Playlist 2016

ALBUMS

1) THE MYRRORS “Entranced Earth” (Beyond Beyond is Beyond Records)
2) COMET CONTROL “Center Of the Maze” (Teepee Records)
3) THE CHEMISTRY SET “The Endless More and More” (Fruits De Mer Regal Crabomophone)
4) JOSEFIN ÖHRN + THE LIBERATION “Mirage” (Rocket Recordings)
5) THE WINSTONS “The Winstons” (AMS Records)
6) DREAMTIME “Strange Pleasures” (Cardinal Fuzz, Sky Lantern, Tym guitars)
7) MONDO DRAG “The Occultation Of Light” (Riding Easy Records)
8) GOAT “Requiem” (Rocket Recordings, Sub Pop)
9) THE LUCK OF EDEN HALL “The Acceleration Of Time” (TLOEH, Headspin Records)
10) THE HONEY POT “Inside The Whale” (Mega Dodo)

plenirockium_albums-top10_2016

SINGLES

1) FLOWERS MUST DIE “Sista Valsen” (12″EP Rocket Recordings) 2) BABA NAGA “Plná Krvy / DeificYen” (10″ Naughty God Records) 3) FIR

Summer Wasn’t There read more

Read More

White Lodge (AUS)

White Lodge (AUS)

White Lodge 

“White Lodge” 

White Lodge (CD)

Debut sonic assault from Australian Garage-Punk slaves, 11 tracks of howling, fuzz driven, echo-drenched psycosis. Recorded in stereo.

Così è scritto sulla copertina del primo album autoprodotto dei White Lodge e così viene definito l’immediato ascolto di questo assalto sonoro. Originari di Gold Coast, città australiana nota per spiagge e canali, risentono dell’influenza surf che trabocca nei loro pezzi, White Lodge 7un’amalgama di riverberi paranoici, spazzolati da fuzz iperdistorti sino alla cintola di Bryan Gregory. Non solo, liquido organico rintracciabile in Husker Du, Dinosaur Jr, Sonic Youth e, ovviamente, i probi di Brisbane che tracciarono la via, The Saints. Il sangue punk fluisce alimentato da dinamo garage, i pavimenti delle stanze da letto, pieni di spazzatura, vibrano al suono imbrattato da sfilacciate, meledette, deformazioni nervose. read more

Read More

The Chemistry Set (UK)

The Chemistry Set (UK)

The Chemistry Set 

“The Endless More and More” 

Fruits de Mer Records  (LP + CD)

The Chemistry Set si formano a Londra e arrivano da lontano iniziando a suonare nel passaggio tra gli anni ‘8o e ’90, un attraversamento che collega importanti moti neopsichedelici planetari avvenuti nei primi anni delle due decadi. In quella terra di mezzo la loro rielaborazione può cogliere colori e suoni The Chemistry Setsulle onde gravitazionali del big bang 60s intercettate da Creation Records e Paisley Underground dopo il 1977 di Soft Boys e Jam. read more

Read More

101 Singles x 101 Bands (Pt. 6 – 60/101)

101 Singles x 101 Bands (Pt. 6 – 60/101)

“101 SINGLES x 101 BANDS”

Suoni Rock del Nuovo Millennio

I Primi Dieci Anni:  2000/2009 – (Pt. 6 – 60/101)

di  BEPPE BADINO

 

ARCTIC MONKEYSARCTIC MONKEYS Five Minutes with A.M. front

“Five Minutes With Arctic Monkeys”
 (7″, Bang Bang 2005)

Un classico combo ‘quattro-unità’, giovane e colto, ispirato dall’attualità (i Libertines in prima fila), da Jam e Fall certamente e dalla cultura degli anni 60: i miti Beatles, Who, Kinks, le fisionomie con frangia scapigliata, le immagini della Swingin’ England, il Free Cinema… read more

Read More

101 Singles x 101 Bands (Pt. 5 – 50/101)

101 Singles x 101 Bands (Pt. 5 – 50/101)

“101 SINGLES x 101 BANDS”

Suoni Rock del Nuovo Millennio

I Primi Dieci Anni:  2000/2009 – (Pt. 5 – 50/101)

di  BEPPE BADINO

 

THE WANDERING STEP

“I Want To Go To Reykjavik / Shout And Shout Back”
(7”, Deltasonic 2002)

I quattro Wandering Step arrivano da Preston, Inghilterra centrale, sfoggiando un contratto WANDERING STEP I wanna go to Reykjavikfirmato con la gettonata Deltasonic Records, la casa discografica dei Coral.

Le chitarre affilate del gruppo puntano obliquamente verso gli immaginifici fluttuanti incontri elettrici con la ‘new wave’ per eccellenza, quella di metà ‘70 che tutto azzerò. read more

Read More
content top