Crea sito
content top

Baba Naga, The Beatniks, The Kumari, The Wicked Whispers

Baba Naga, The Beatniks, The Kumari, The Wicked Whispers

BABA NAGA

“Somos Lobos / Odmience” (10″)

“Plná Krvy / DeificYen” (10″)

Naughty God Records

Rivestire un’immagine di asceti simili a sciamani e incantarla, renderla cosmica, misteriosa, abbagliante. Ecco Baba Naga da Sheffield: Tom “Moz” Casserly (guitar), baba4Dan Booth (bass) e Tom Borgoyne (drums). Un power trio di recente genesi da cui si sviluppa un’idea di psychedelia trascendentale modulante volumetrie heavy blues e riflessi kosmische-shoegazing in un’enfasi di spazio interiore. read more

Read More

The Winstons, Flowers Must Die, Beautify Junkyards

The Winstons, Flowers Must Die, Beautify Junkyards

THE WINSTONS

“Golden Brown / Black Shopping Bag”

AMS Records (7″)

E’ davvero una fortuna che i Signori Winstons (Enro, Rob e Linnon) winstons-7di Milano ci abbiano preso gusto a pochi mesi dall’omonimo album di esordio (tra le uscite top del 2016) realizzando due nuove gemme riflettenti maestria e sintonia con il presente underground. Parliamo anche di un crescente interesse per il Canterbury sound e per reimmaginare suoni fine ’60 primi ’70 dove le barriere tra i generi svanirono in un intrigante scenario di confluenze. read more

Read More

Crypt Trip (US)

Crypt Trip (US)

Crypt Trip

“Mabon Song”

Poisoned Mind Records (7″EP)

Atmosfere emotive e introspezioni decadenti vengono accolte mediante incensi crypt3semi-solidi, ricavati in mezzo a resine attizzate da psichedelia, blues, stoner. Crypt Trip, three-pieces texana, con riffs ante-doom che attaccano segmenti distorti dell’epoca hard di Purple, Zeps, Leslie West-Mountain, con sprazzi intinti nei Blue Cheer di Believer o Just A Little Bit. read more

Read More

The Vryll Society (UK)

The Vryll Society (UK)

The Vryll Society

“Deep Blue Skies / Beautiful Faces” (7″, Deltasonic / Flying Vinyl)

“Pangea”  (EP download, Deltasonic Records)

cover1Magnetismo animale che incontra flessuosi artefatti luminescenti. Liverpool esprime docili polarizzazioni adorabili, segreti psicotici piegati da seduttiva elettricità. Suoni neo-cosmici e incorporee rumorosità che confluiscono tra le curve del Mersey, ammaliando liquide sensazioni euforiche. read more

Read More
content top