GAMES FOR MAY FESTIVAL

‘Games for May’ Festival, Londra 24 Maggio 2015

di Giampiero Fleba

La luce di una mezza luna risplende nel cielo londinese per un festival ad ampiezza psichedelica anche nell’evocare i primi esperimenti targati UFO – Blackhill Enterprises (con il concerto dei Pink Floyd al Queen Elizabeth Hall il 12 half moonMaggio 1967) e riproporre i ‘Games for May’ 38 anni dopo al Half Moon di Putney. Promotori dell’evento: Fruits de Mer Records e Mega Dodo, etichette sorelle tra le più attive nel nuovo panorama underground planetario grazie anche ad un lavoro molto originale nelle realizzazioni artistiche e nel promuovere i musicisti. La Fruits de Mer di Keith Jones è cresciuta nel giro di un decennio specializzando il proprio stato di piccola indipendente con rigore vinilico (spesso colorato) tra edizioni limitate (un centinaio ad oggi), favolosi artworks, gruppi da ogni parte del mondo (con prevalenza UK), canali di distribuzione fidati e un club members attraverso cui offrire stampe esclusive (connesse con alcune uscite ufficiali). A tutto questo si aggiunge una recente gamesformayattività di supporto dei gruppi nell’organizzare i festival Crabstock ed altri concerti, belle realtà itineranti con annessi souvenir. Mega Dodo viene fondata nel 2012 da John Blaney, giornalista, collezionista, scrittore (tra gli altri di ‘A Howlin’ Wind: Pub Rock and the Birth of New Wave’ più diversi saggi critici sui Beatles) fino al convergere ispirativo con Fruits de Mer anche nel condividere gruppi ed un’interessante panoramica di questa interazione è il cartellone del Games for May festival con Past Tense, Mark and the Clouds, The Honey Pot, Schnauser, Tír na nÓg. Incluso nell’ingresso una fantastica goodie bag contenente 9 CD ed un vinile 7″EP con cinque canzoni esclusive dei gruppi partecipanti. read more

Read More