Crea sito
content top

Flowers Must Die (SE) interview

Flowers Must Die (SE) interview

FLOWERS MUST DIE 

THE WEIRD MUSIC OF THE FLOWERS

di Giampiero Fleba

La policroma fioritura della scena undergound svedese ci attrae ancora per contemplare un’altra magnifica realtà: Flowers Must Die, in evidenza nelle recenti cronache e playlist di Plenirockium. L’imminente uscita del loro quarto album ‘Kompost’ vale il desiderio di conoscere meglio la loro storia, i loro percorsi, ciò che li ha musicalmente nutriti. Una piacevole conversazione via web con Rickard Daun che ci guida nel racconto a partire dalle presentazioni… read more

Read More

The Myrrors (US) interview

The Myrrors (US) interview

Myrrors (0)

THE MYRRORS

ENTRANCED MUSIC

di Giampiero Fleba

Sulle tracce dei Myrrors di Tucson (Arizona). Dal deserto di Sonora  lungo le strade del mondo tra America del Sud, Europa ed Asia. Un viaggio in movimento dal 2007 sugli sviluppi di una ricerca appassionata nel reimmaginare l’idea di musica psichedelica per offrire spunti di riflessione e nuove coordinate del loro suono attualmente espresse da:  Nik Rayne (chitarra acustica, elettrica, voce, drones) Miguel Urbina (violino), Grant Beyschau (batteria, percussioni, sax, flauto, clarinetto) e Kellan Fortier (basso). Alla vigilia del nuovo attesissimo terzo album “Entranced Earth” ripercorriamo la loro storia in questa piacevole conversazione via web con uno dei fondatori: Nik Rayne read more

Read More

Syd Arthur (UK) interview

Syd Arthur (UK) interview

bbc

SYD ARTHUR

REFLECTIONS FROM THE SOUND MIRROR

di Giampiero Fleba

Syd Arthur da Canterbury, Kent. Un nome come un gioco di sfumature per fantasticare tra Siddharta, Syd Barrett e Arthur Lee. Una musica come dinamica dell’esistenza su progressioni armoniche, repentine modulazioni, melodie avvolgenti. Una città da cui trarre linfa per riflettere un nuovo Canterbury sound nel mondo, in origine una scena musicale importante nata nei primi anni 60 con i leggendari Wilde Flowers e poi sviluppata da gruppi come Soft Machine, Gong e Caravan tra rock-jazz-blues-folk, espressione progressiva dialogante con i temi della sperimentazione e dell’improvvisazione dalla psichedelia alle avanguardie, in grado di offrire anche nuove idee di musica pop. Da queste radici Syd Arthur hanno liberato la propria identità artistica con classe e creatività supportata da una discografia originale composta in oltre dieci anni di intensa attività live – studio a partire dalla metà dei 2000. Alla vigilia del nuovo attesissimo album ripercorriamo la loro storia in questa intervista esclusiva con il bassista Joel Magill… read more

Read More

Cranium Pie (UK) interview

Cranium Pie (UK) interview

cranium28

CRANIUM PIE

INTERSTELLAR OVERPIE

di Giampiero Fleba

Stars turn roundcranium11

I hit the ground

Spinning light signal now

Skies are clear

and the time is near

Take a trip to the Mothership somehow

(Mothership)

Plenirockium ancora sulle tracce di una magnifica band della playlist 2015 per offrirvi questa intervista esclusiva ai Cranium Pie, quintetto originario dell’Hertfordshire attivo dalla metà dei 2000 e tra i più creativi nel panorama underground contemporaneo. Tim Bray (tastiere, voce), Rob Appleton (tastiere), Julian ‘Smithy’ Smith (batteria), Dan ‘Dendrix’ Herra (chitarra) e Steve Meadows (basso) suonano una folle astronomia rock e possono essere seguiti anche a testa in giù nell’assenza di gravità generata da polifonie stellari su confluenze space-psych-jazz-prog-folk. Una storia che va raccontata dall’inizio nel giocoso conversare con i due maghi delle tastiere Tim Bray e Rob Appleton read more

Read More
content top